Horrorstor – Grady Handrix

“Sta succedendo qualcosa di parecchio strano al superstore di mobili scandinavi Orsk di Cleveland, Ohio. Ogni mattina, al loro arrivo, i dipendenti trovano armadi Kjërring a pezzi, bicchieri Lågniå in frantumi e divani letto Liripip vandalizzati: chiaramente c’è qualcosa che non va. Le vendite sono in calo, le telecamere di sicurezza non rivelano nulla e i gestori del grande magazzino sono nel panico. Per svelare il mistero, cinque giovani dipendenti si offrono volontari per un lungo turno di sorveglianza dal tramonto all’alba e – come vuole la tradizione – si troveranno alle prese con
orrori che sfidano l’immaginazione.”
Horrorstor è un romanzo horror dello scrittore Grady Handrix.
L’ambientazione insolita, eppure famigliare, la normalità dei personaggi, con le loro debolezze e insicurezze, ed una prosa diretta e senza fronzoli, fanno di questo romanzo una storia che calza a pennello su ognuno di noi.
Non è difficile immedesimarsi in qualcuno dei giovani dipendenti che decidono di passare la notte dentro il magazzino. Le loro paure, i problemi quotidiani e le ansie, sono quelle che animano la vita di molti.
La storia, pur se spiccatamente horror, regge e ai fa leggere con agilità. Degna di nota la costruzione del romanzo scritto come se fosse un catalogo di mobili montabili che, via via che si sprofonda nell’horror, diventano sempre più pericolosi e insoliti.
In definitiva un romanzo che non dovrebbe mancare nella libreria degli amanti dell’horror puro, semplice e senza fronzoli.